Archivio mensile:dicembre 2013

Perché siamo i primi a offenderci da soli?

“Italioti”, “Itaglia” o “Italietta”: non penso che in altri paesi ci siano così tante espressioni per denigrarsi come paese e come popolo. Nel caso segnalatemele, perché non le conosco. Sono espressioni brutte (come tutte le storpiature, che pure tanto ci piacciono), banali, abusate e profondamente irrispettose: non solo per gli altri, ma anche e innanzitutto […]

Non mi capita spesso di commuovermi per un filmato. E invece…

Lo sport non è solo doping, soldi, ultras e violenza. Lo sport può essere ancora una delle metafore più potenti, sia del bene che del male. Parola di un non sportivo.

LGBT: quando il governo ti dice come (cosa) devi scrivere

E’ sempre inquietante un governo che dice ai giornalisti come devono scrivere, ai cittadini come devono pensare. Guardate ad esempio alle pagine 17-18 del sorprendente opuscolo Linee guida per un’informazione rispettosa delle persone LGBT. Proprio come la legge sull’omofobia, sotto il pretesto della tutela delle persone si vogliono in realtà far passare concetti di natura […]

Nuova Tares: “cornuto e mazziato”

E alla fine zitta zitta arriva la stangata. Nell’ultima bolletta dei rifiuti (Tares), che come al solito devo rileggere almeno 2 volte, ci sono 29,10 euro in più (30 centesimi al mq) per “servizi indivisibili Comune di Padova”. Gli effetti dell’ultima finanziaria si fanno già sentire. Non solo: nonostante da anni abbia le utenze domiciliate […]