LGBT: quando il governo ti dice come (cosa) devi scrivere

E’ sempre inquietante un governo che dice ai giornalisti come devono scrivere, ai cittadini come devono pensare. Guardate ad esempio alle pagine 17-18 del sorprendente opuscolo Linee guida per un’informazione rispettosa delle persone LGBT.

Proprio come la legge sull’omofobia, sotto il pretesto della tutela delle persone si vogliono in realtà far passare concetti di natura etica, sociale e persino biologica. Il fatto che una coppia dello stesso sesso sia sterile sarebbe ad esempio un “pregiudizio”. Allo stesso modo si “sconsiglia fortemente” l’espressione “utero in affitto”, a favore di altre come “gestazione di sostegno” (gds) e “gestazione per altri” (gpa).

Vere acrobazie lessicali, subito ridotte ad acronimi e quindi tecnicizzate e svuotate di potenziale emotivo, come succede ad esempio per l’aborto (diventato nel gergo burocratico-sanitario interruzione volontaria della gravidanza – ivg). Potere delle parole: è molto più facile far passare una legge a favore della “gds”, piuttosto che per la legalizzazione dell’utero in affitto…

Dati i presupposti, mi pare logico che gli estensori del documento (qualificati come “giornalisti” e “saggisti”, in realtà presumibilmente attivisti LGBT) non vogliano un contraddittorio pubblico sulle loro idee, che infatti viene definito “non necessario” sui temi dei diritti LGBT. Nota bene: si tratta di un documento ufficiale del nostro governo. Quando si dicono soldi ben spesi…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: