Giorno della memoria: la vergogna in una vignetta

Giornata della memoria: la vergogna in una vignetta

Dovrebbe essere esser chiaro a tutti che persino la forma più odiosa di occupazione militare non può essere paragonata a un genocidio. Che controllare militarmente un territorio – per quanto contestabile da qualsiasi punto di vista, legale o umanitario – non equivale a gassare e a bruciare milioni di persone, solamente appartengono a un’altra religione o a un’altra “razza”.

E invece, proprio nel giorno della memoria per le vittime dell’Olocausto, mi imbatto in questa vignetta sulla bacheca Facebook di un amico. Eppure non c’è nulla di nuovo: questo disegno non fa che riflettere un concentrato di pregiudizi molto radicato in una larga fascia della popolazione. Soprattutto a sinistra, soprattutto in Italia.

Cose come questa mi fanno pensare che non abbiamo imparato la lezione. Non mi spiego altrimenti tutto questo accanimento. No, non si può abbassare la guardia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: