L’obiettività secondo Miguel mora, giornalista del País

Miguel Mora: un giornalista schierato

Nel fantastisco mondo odierno, così attento a non urtare la sensibilità di nessuno, l’unico insulto permesso sembra quello di essere cattolico.

Questa è la sensazione che ricavo da un piccolo scambio su Twitter con Miguel Mora, per quattro anni corrispondente in Italia per il quotidiano spagnolo El País, tradizionalmente di sinistra.

Gli avevo scritto perché mi aveva colpito un suo articolo, in cui descriveva l’ultima manifestazione della Manif pour Tous – contro il nuovo progetto di legge sulla famiglie, che prevede tra l’altro l’accesso alla fecondazione assisitita anche per le coppie lesbiche – come un pericoloso manipolo di oltranzisti, “piccola” accozzaglia di “cattolici ultrancoservatori” e di “fachos” (fascisti).

Un’analisi superficiale, che non mi aspetterei da un giornalista di esperienza, per quanto schierato.

Alle mie osservazioni (brevi: lo spazio è pur sempre di 140 caratteri), Mora risponde non affrontando il merito della questione, ma etichettandomi direttamente come un “Communione Fatturazione”. Cosa non vera peraltro, ma non è questo il punto.

Quanto alla credibilità e al rispetto del señor Miguel Mora, inviato del País, lascio libero ognuno di farsi la sua opinione. Sappiate solo che i lettori del maggior quotidiano spagnolo vedono il mondo attraverso i suoi occhi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: