Poveri bimbi in Italia

Oggi i minori e i giovani fino a 34 anni sono la metà dei poveri assoluti in Italia: quelli che non riescono nemmeno a nutrirsi e a curarsi decentemente. Gli anziani appena un ottavo.

Significa che la crisi la stanno pagando soprattutto le famiglie con figli, in particolare quelle numerose. Lo dice la sociologa Chiara Saraceno intervistata dal Bo LIVE, il giornale on line dell’Università di Padova.

Nelle famiglie con almeno tre figli spesso entra un solo stipendio, data anche la mancanza di servizi che permettano a entrambi i genitori di lavorare, e scontano inoltre anche una politica di sostegno al reddito insufficiente e disorganica.

Una situazione, quella attuale, che però affonda le radici nel tempo precedente la crisi. Per decenni si è smesso di investire nella famiglia, ma oggi il meccanismo sociale che attraverso il quale la nostra società vive e si rinnova si è rotto, forse irrimediabilmente.

Si tratta della vera emergenza italiana, quella di cui nessuno parla, e a sottolinearlo è una collaboratrice storica del quotidiano la Repubblica.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: